Le iniziative programmate dalle Commissioni della consulta

 

l’incontro del coordinamento

Mercoledì 12 alle ore 17 presso la sala Libero Grassi dell’ottava circoscrizione si è riunito il coordinamento della consulta per la Pace, presenti: Nicolay Catania, Daniela Crimi, Mimma Grillo, Francesco Lo Cascio ed Erminia Scaglia.

  1. Il coordinamento ha preso in esame le relazioni svolte dalle diverse commissioni. Approvandole e rimettendole all’assemblea della consulta;
  2. Nel mese di marzo verrà programmato un incontro informale volto alla conoscenza reciproca tra gli aderenti alla consulta, animato dagli operatori del Ceipes;
  3. Il prossimo incontro della consulta avrà per odg il tema del regolamento interno e del reperimento della nostra futura sede;
  4. Il portavoce curerà i contatti istituzionali volti all’acquisizione di una sede idonea, valutando le ipotesi dell’asilo rurale in via Sampolo e dei dammusi del parco del castello della Zisa;
  5. Vengono confermati gli appuntamenti del 4 aprile e del 2 ottobre come sedute ordinarie della consulta in forma convegnistica.

Commissione Pace e disarmo

In data 5 febbraio 2020, presso la sede delle ACLI in via Benedetto Castiglia 8 a Palermo, dalle ore 18.00 alle ore 19,30 si è riunita la commissione “Pace e disarmo” della “Consulta per la Pace, i Diritti Umani, la Nonviolenza ed il Disarmo” del Comune di Palermo.

Erano presenti i Sig.ri Nicolay Catania (coordinatore), Francesco Lo Cascio, Tiziana Gulotta e Antonino Tranchina.

Si è iniziato l’incontro riassumendo le risorse interne alla commissione e le attività già realizzate dai suoi componenti, in seno alle iniziative della Consulta stessa: la commissione si avvale della presenza del COPPEM, delle ACLI, di ERRIPA, dell’ARCI, del MIR, di PAX CHRISTI, della comunità dell’ARCA, dell’APA, del CISS, di SGI, del CENTRO MUNI GYANA, di HRYO e del CEIPES. A Palermo sono già state realizzate diverse iniziative a cura di alcuni componenti della commissione, tra le quali la promozione e co-redazione della legge n. 514 “CULTURA DI PACE IN SICILIA” approvata dall’Assemblea Regionale Siciliana, l’adesione alla rete della Pace, l’approdo della goletta della marcia mondiale per la pace, l’iniziativa col Sindaco di Palermo per le ambasciate di pace, due affollate assemblee contro i rischi di guerra, una “pedalata no oil” nel quadro della mobilitazione internazionale del 25 gennaio u.s., una manifestazione con la comunità tunisina (ripresa dai media tunisini), le iniziative “NO MUOS” e per la scarcerazione di Turi Vaccaro, l’interlocuzione con la Viceministro degli Esteri italiano, il console tunisino, con il corpo consolare, con la cattedra di “Studi di pace” dell’Università di Messina, con le sardine e “freedom flottiglia”.

I membri della commissione concordano, su input di Tiziana Gulotta, che la pace passa attraverso occasioni di incontro in cui frequentarsi, conoscersi, confrontarsi; che una delle missioni della consulta dovrà essere la diffusione più ampia possibile della cultura di pace, su input di Antonino Tranchina; che sarebbe opportuno ed utile valorizzare le capacità di progettazione (nazionale e comunitaria) interne alla consulta al fine di intercettare economie utili a realizzare progetti e attività coerenti con i nostri scopi, su input di Nicolay Catania.

In piena coerenza nel prossimo futuro la commissione si propone di proporre alla Consulta la realizzazione di un evento in occasione del passaggio della marcia mondiale della Nonviolenza previsto per il 3 marzo p.v., una veleggiata ed un possibile incontro col Sindaco di Palermo, la partecipazione alla prossima marcia Perugia-Assisi, la celebrazione delle giornate internazionali dedicate alla pace alla nonviolenza ed il disarmo, la celebrazione della giornata siciliana della Pace e della Nonviolenza del 2 ottobre, la diffusione della conoscenza della legge regionale per la Pace anche (e per alcuni versi soprattutto) attraverso le scuole (con l’auspicata collaborazione dell’USR), la realizzazione di occasioni di scambio (es. gemellaggi) e confronto sui temi della pace tra i comuni, tra i cittadini (soprattutto i giovani e i giovanissimi) del bacino del mediterraneo (ad es. coinvolgendo la Scuola Dante ALIGHIERI di Casablanca), la proposizione della creazione di una borsa di studio sui temi della pace (es alle tesi di laurea), di continuare con determinazione a portare avanti il progetto ambasciate di pace, realizzare a Palermo una “scuola di non violenza”.

INIZIATIVA NAZIONALE DELLA RETE DELLA PACE

 

LETTERA APPELLO A

ON. SERGIO MATTARELLA

AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Caro Signor Presidente,

è con sincero rispetto e con la riverenza che sentiamo per la sua carica e per il ruolo che lei ha sempre interpretato quale garante dei principi e dei valori fondamentali della nostra costituzione e della nostra repubblica, che ci rivolgiamo alla sua persona, presentandole la nostra profonda preoccupazione per quanto sta avvenendo in Palestina a seguito della proposta dell’amministrazione americana presentata come “l’Accordo del Secolo”.

Una proposta che cancella la prospettiva della realizzazione di uno Stato Palestinese indipendente e sovrano negando in tal senso decine di risoluzioni e le fondamenta del diritto internazionale; una proposta che può solo produrre ulteriori ingiustizie, violenze ed aggravare il già preoccupante livello di insicurezza e di instabilità nella regione e nel mondo intero.

Vogliamo ricordare, ma Lei né perfettamente consapevole, che il popolo palestinese vive dal 1967 sotto occupazione militare, ed è tempo di porre fine a questa ingiustizia.

L’Italia non può rimanere in silenzio.

L’Italia e l’Europa debbono schierarsi agire per la pace giusta tra Israele e Palestina, avendo come riferimenti insostituibili;

• il rispetto del diritto internazionale e delle risoluzioni delle Nazioni Unite;

• il riconoscimento dello stato di Palestina nei confini del 1967 con Gerusalemme capitale condivisa, in coesistenza con lo stato d’Israele.

Noi cittadine e cittadini sottoscrivendo questa lettera/appello le chiediamo un incontro per poterle consegnare direttamente questa nostra richiesta, certi di poter contare con la sua disponibilità ed impegno per la pace e per la giustizia.

Roma, _______________

Seguono le firme di personalità, rappresentanti di sindacati, associazioni, giornalisti, artisti, accademici, sindaci,

Commissione cultura e sport

VERBALE COMMISSIONE CULTURA

Oggi, 11 febbraio 2020 alle ore 19,00, si è riunita la commissione cultura e sport della Consulta per la Pace dell’amministrazione comunale di Palermo.

È stata ricordata la partecipazione della consulta al comitato scientifico di “Palermo capitale della cultura” e successivamente a “Palermo CulturE”, per il tramite del portavoce della consulta stessa.

La consulta nella sua precedente esperienza ha prodotto 12 eventi nell’ambito di “Palermo capitale della cultura”.

Le possibili iniziative future saranno:

• Collaborazione col Museo Internazionale delle Marionette Antonio Pasqualino per proporre – attraverso spettacoli teatrali delle marionette dei vari paesi del mondo – messaggi di Pace alle scuole;

• Iniziative sull’Amazzonia ed il cambiamento climatico, mostra fotografica (patrocinio su iniziativa del MIR).

• Cineforum sui temi della Pace e dei diritti umani (patrocinio su iniziativa di MIR e CEIPES);

• Presentazioni librarie sui temi di Pace e diritti umani;

• Scuola di Nonviolenza;

• Mostra internazionale del manifesto antimilitarista, possibilmente in collaborazione col NO Mafia memorial del centro Impastato (istituzione molto impegnata nel movimento contro i missili Cruise negli anni ’80), in collaborazione col Centro Documentazione Manifesto Pacifista Internazionale di Bologna.

Iniziative a breve:

• É stata presa in esame ed approvata la richiesta di patrocinio per il concerto “Canto del Sole”, con Ismaila Mbaye e i relativi laboratori di percussioni con i Ben Kadì e Lucina Lanzara.

Vengono quindi riportate le iniziative del gruppo di lavoro sullo sport, intervengono Maurizio D’Amico e Beppe Tisci di Lega Navale.

• Beppe Tisci presenta la Veleggiata organizzata dalla Lega navale per il 29 febbraio in vista del transito da Palermo (3 marzo) della Marcia Mondiale della Pace e della Nonviolenza, l’iniziativa prevede la partecipazione di 15 barche a vela.

• Maurizio Toscano ed Edna Minion prenderanno i contatti con L’AICS per una collaborazione con la prossima “Strapapà” e di iniziative successive.

Viene quindi valutata l’opportunità di avviare delle attività promozionali primaverili presso la location del parco della Zisa, con possibili iniziative sportive ed artistiche.

• Maurizio D’Amico suggerisce al coordinamento di elaborare proposte a sostegno di Patrick Zaky, lo studente arrestato arbitrariamente in Egitto chiedendo altresì, alla competente commissione diritti umani, di redigere un apposito comunicato.

Nella discussione viene chiarito come tutte le iniziative della consulta (siano esse di carattere sportivo o rientranti nella programmazione di “Palermo CulturE”) dovranno avere come sfondo integratore i temi costitutivi della consulta stessa: pace, nonviolenza, disarmo, diritti umani, evitando la moltiplicazione di micro iniziative, cercando di promuovere eventi di adeguata dimensione.

Commissione diritti umani

Miei cari scusatemi per il ritardo.Questo è il documento concordato che vorrei portare domani al coordinamento: La Commissione diritti umani si è riunita il 3 febbraio.Erano presenti Anna Alonzo, Emilia Martorana, Munder Ismail, Giorgio Parisi,Stefano Edward Puvanendrarayah e anche il portavoce Francesco Lo Cascio. In primo luogo ci siamo proposti di verificare il testo esatto del Regolamento della Consulta, alla luce di quanto dichiarato dal portavoce in sede assembleare in merito alle limitazioni prodotte al testo del regolamento dalla Legge Quadro del Comune (la verifica riguarda i due ultimi articoli 11 e 12). Abbiamo poi cercato di sintetizzare gli argomenti su cui focalizzare il nostro lavoro che deve tendere a organizzare iniziative che coinvolgano il Comune : 1) Decreti sicurezza: mettere in atto eventi volti a spiegarne il contenuto e a chiederne l’abrogazione

2) Accordi con la Libia in materia di immigrazione: mettere in atto eventi contro il recente rinnovo automatico degli accordi

3) rilancio discorso sullo Ius soli

4)Affrontare il problema sottoposto da Anna sui bambini stranieri che non vengono iscritti a scuola quando i genitori non ottengono in tempo il rinuovo del permesso di soggiorno.esaminare gli aspetti legali e capire se il Comune puo’ trovare soluzioni

5) Palestina e Medioriente.Il cosiddetto accordo del secolo tra USA e Israele rischia di azzerare il diritto internazionale che con varie risoluzioni ha fissato, fin dal 1948, il diritto del popolo palestinese ad avere uno stato ( due popoli due stati). Concordare eventi insieme alle varie organizzazioni locali e nazionali che si occupano già dell’argomento.

Tutti hanno espresso l’esigenza di evitare di disperdersi in emergenze varie e di concentrare le energie sul percorso concordato.

Grazie a tutti. Mimma Grillo

Commissione Nonviolenza e Partecipazione

Grazie a Francesco, Daniela e Franca per essere intervenuti, è stata una manifestazione molto partecipata da istituzioni, associazioni e scuole. Grazie alla Consulta per averci sostenuto con il patrocinio e con la presenza.

Commissione dialogo tra Fedi e Culture

è stato ripristinato il gruppo su dialogo tra Fedi e Culture, secondo le indicazioni della passata assemblea ( sono inserite pure Erminia e Nadine)

Commissione Scuola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...